Il corso di studi può avere durata triennale e si conclude con l’esame di qualifica di Operatore Meccanico del settore ottico per accedere al biennio successivo o al mondo del lavoro.

  Le materie, per un totale di 40 ore settimanali, sono distinte in un’area comune, propria di tutti gli istituti professionali, un’area d’indirizzo, costituita da materie specifiche per il corso di ottica. Le discipline dell’area comune mirano a favorire la formazione umana e culturale degli studenti; quelle dell’area  d’indirizzo forniscono le conoscenze necessarie per il montaggio dei vari tipi di occhiali e all’uso corretto della strumentazione professionale.

   Il diploma di Operatore Meccanico del settore ottico dà accesso al biennio post-qualifica di Ottico. Accanto alle materie dell’area comune e a quelle specifiche, è previsto un Modulo di Approfondimento annuo di 60 ore per:

  • tirocinio presso negozi di ottica;
  • incontri con professionisti del mondo produttivo e sanitario;
  • partecipazione a congressi e mostre del settore;
  • controlli visivi indicativi su studenti dello stesso Istituto e del Distretto.

  Al termine del biennio post-qualifica gli alunni sostengono l’Esame di Stato per conseguire il diploma di Ottico.

   Per l'Esame di Abilitazione, indispensabile per l’esercizio della professione, il corso di studi fornisce le conoscenze e le competenze adeguate a:

  • eseguire un esame optometrico;
  • gestire l’applicazione delle lenti a contatto;
  • riconoscere alcune patologie oculari da riferire al medico oculista;
  • consigliare i diversi tipi di dispositivi e strumenti ottici.

indietro