op

separatore. menupng

Comunicato n. 208          Pieve di Cadore, 3 aprile 2019

                                        Agli studenti delle cl. 3^, 4^ e 5^
                                        Ai genitori
                                        Ai docenti
                                        dell’IIS “E.Fermi”

Oggetto: Riconoscimento dei crediti scolastici.

 Visto l’art.15 del D.Lgs. 62/2017;

 Visto l’art. 8 dell’OM n. 205 dell’11.03.2019;

Vista la delibera n. 98 del Collegio dei docenti del 01.04.2019 relativa all’attribuzione del credito nell'ambito del range di variazione determinato dalla fascia di merito;
Considerato che a partire dal corrente a.s. il credito è solo scolastico;

Si comunica quanto segue:

Credito Scolastico: ogni docente per la propria valutazione e il consiglio di classe per la valutazione del comportamento tiene conto di:
- interesse, impegno, partecipazione al dialogo educativo e alle attività complementari ed integrative organizzate dalla scuola;
- rispetto delle regole;
- assiduità della frequenza scolastica, valutando in particolare la qualità delle assenze.

L'attribuzione del credito scolastico non potrà essere, in ogni caso, superiore ad un punto e dovrà rimanere all'interno della banda di oscillazione relativa alla media dei voti secondo la tabella A del D.lvo 62/2017:

 Media dei voti   Credito scolastico
 Classe 3   Classe 4   Classe 5 
M < 6 - - 7-8
M=6 7-8 8-9 9-10
6 < M ≤ 7 8-9 9-10 10-11
7 < M ≤ 8 9-10  10-11 11-12 
8 < M ≤ 9 10-11  11-12 13-14
M > 9 11-12  12 -13 14-15

 

Si attribuisce il credito:

- Per media: se la media relativa alle singole bande è pari o superiore a 0,50 si assegna il massimo del punteggio della banda.
Quando la media è superiore a 8 e a 9 si attribuisce comunque il punteggio massimo.
- Per credito: se la media relativa alle singole bande è inferiore a 0,50 il punteggio massimo può essere
assegnato solo in presenza di crediti scolastici (almeno una delle voci elencate di seguito).

Si riconoscono come crediti scolatici che il Consiglio di classe può considerare e valutare:

ATTIVITÀ SCOLASTICHE ATTESTATE DALLA SCUOLA:

- partecipazione a gare/concorsi studenteschi (olimpiadi, …) con superamento della fase d’istituto;
- partecipazione con interesse e impegno a progetti e attività organizzati dall’Istituto in orario extracurricolare (con certificazione da parte del referente di progetto) per almeno più della metà delle ore preventivate;
- certificazioni linguistiche;
- impegno e interesse costanti e particolarmente qualificati nella partecipazione al dialogo educativo e nello svolgimento delle diverse attività didattiche durante l’anno scolastico;
- partecipazione attiva in organismi elettivi (Consigli di Classe, Consiglio di Istituto, Consulta provinciale, ...)

ATTIVITA' EXTRASCOLASTICHE:

Perché le seguenti attività siano prese in considerazione dal Consiglio di Classe come eventuali crediti scolastici, l’alunno dovrà produrre l’attestazione da parte del responsabile dell’attività;

- Attività culturali e artistiche presso associazioni o società regolarmente costituite: associazioni o gruppi culturali, scuole di musica, di discipline artistiche, di teatro, scuole di lingua, etc.;
- Certificazioni linguistiche e informatiche;
- Formazione professionale: frequenza positiva di corsi di formazione professionale coerenti con l’indirizzo di studio;
- Lavoro: esperienze lavorative che abbiano attinenza con il corso di studi;
- Ambiente, volontariato, solidarietà, cooperazione: attività continuativa di volontariato, di solidarietà e di cooperazione presso enti, associazioni, parrocchie...;
- Sport: attività sportive a livello agonistico presso associazioni e società regolarmente costituite.

La valutazione delle esperienze documentate ai fini dell’attribuzione del punteggio spetta ai Consigli di Classe sia per i candidati interni sia per quelli esterni.

La documentazione attestante le esperienze acquisite deve pervenire presso la segreteria dell’Istituto entro il 15 maggio 2019.

Vengono prese in considerazione le esperienze realizzate nel corso dell’anno scolastico o nel corso del periodo estivo a decorrere dal termine delle lezioni dell’a.s. precedente.

La documentazione deve contenere i seguenti elementi :
- indicazione dell’ente (associazione, istituto … ) presso il quale l’esperienza è stata svolta;
- sintetica descrizione dell’attività svolta;
- durata e periodo di effettuazione;
- continuità nella presenza;
- firma del responsabile.

Le certificazioni comprovanti attività lavorativa devono indicare l’ente a cui sono stati versati i contributi di assistenza e previdenza ovvero le disposizioni normative che escludano l’obbligo dell’adempimento contributivo (DPR 23 luglio 1998 n.323, art.12, comma 2).

                                               F.to IL DIRIGENTE SCOLASTICO                                                                            Mara De Lotto

 

indietro