Comunicato n.19                                              Pieve di Cadore, 07 ottobre 2020

Ai genitori

Agli studenti

Al personale scolastico

Oggetto: Nuove linee per la gestione dei casi COVID-19, giustificazioni e test rapido a scuola.

La Regione del Veneto, con Ordinanza n. 105 firmata dal Presidente in data 2 ottobre 2020, ha rivisto le linee di indirizzo per la gestione dei contatti di casi confermati di COVID-19 all’interno delle scuole.

Le principali innovazioni riguardano l’esclusione di alcune patologie dalle particolari procedure di gestione dei sintomi COVID-19, le giustificazioni per il rientro a scuola nei diversi casi e la possibilità di effettuare a scuola il test rapido per la ricerca dell’antigene di SARS CoV-2.

  • Sintomatologia “lieve” e giustificazioni per il rientro a scuola

Le nuove linee di indirizzo prevedono che, in caso di RAFFREDDORE (non accompagnato da febbre e/o altri sintomi) o di ALTRI SINTOMI come mal di testa lieve, dolori mestruali, ecc., non è più preclusa la frequenza scolastica e, in caso di assenza, sarà sufficiente portare la normale giustificazione sul libretto. A titolo semplificativo possono essere indicate le seguenti motivazioni:

  • non ha presentato sintomi compatibili con CoVID-19;
  • ha presentato sintomi lievi quali: RAFFREDDORE (non accompagnato da febbre e/o altri sintomi) o ALTRI SINTOMI come mal di testa lieve, dolori mestruali, ecc. ;

Anche nel caso di sintomatologia compatibile con COVID-19, qualora il medico non la ritenga sospetta e quindi non disponga l’effettuazione del tampone, per il rientro a scuola sarà sufficiente portare la normale giustificazione sul libretto con, a titolo semplificativo, la seguente motivazione:

  • ha presentato sintomi compatibili con COVID-19 ma il medico, contattato per le valutazioni cliniche e gli esami necessari, NON HA RITENUTO di procedere ad alcun approfondimento;

Qualora sia stata disposta l’effettuazione del tampone è invece richiesto, per il rientro a scuola, oltre alla giustificazione sul libretto:

  • in caso di esito negativo, l’attestazione del medico o l’esibizione del referto;
  • in caso di esito positivo il certificato di guarigione rilasciato dal SISP (Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’Ulss).
  • Effettuazione A SCUOLA del test rapido di screening per SARS-CoV-2

Le linee di indirizzo prevedono che qualora si presenti a scuola un caso confermato di COVID-19 in un alunno o in un operatore, il SISP programma il test rapido per la ricerca dell’antigene di SARS CoV-2 a tutti i contatti individuati. Il test potrà aver luogo presso la sede scolastica. A tal fine è necessario che i genitori/tutori degli studenti minorenni rilascino il consenso informato preventivo.  L’adesione a tale modalità sarà su base volontaria con acquisizione del consenso da parte del genitore compilando il modello allegato da restituire entro giovedì 15 ottobre.

Si precisa che l’Ufficio Scolastico Provinciale di Belluno ha comunicato alla scuola quanto segue: “A partire dal 19.10.20 il Dipartimento di Prevenzione della ULSS 1 Dolomiti attiverà "squadre" di intervento rapido nelle singole Scuole per l'esecuzione dei test di screening post-positività. I soggetti privi di consenso genitoriale o assenti verranno convocati per "recuperare" il test non eseguito a scuola presso uno dei 4 drive-in attivi sul territorio (Belluno, Feltre, Caprile, Tai di Cadore). Nelle more dell'esecuzione di tale test, questi soggetti saranno posti in quarantena.”

Si precisa che  i genitori non dovranno più presentare l’ Autodichiarazione assenza da scuola per motivi di salute non sospetti per covid-19 richiesta con  il comunicato n.9 del 14/09/2020.

Cordiali saluti.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Mara De Lotto

Allegati: