Comunicato nr.2                             Pieve di Cadore, 3 settembre 2020

                                                       Agli studenti e alle famiglie
                                                       Dell’IIS “E.Fermi”
                                                       Di Pieve di Cadore
                                                       Via e-mail e al sito

 Cari studenti e gentili famiglie,
vorrei condividere con Voi alcune riflessioni riguardo al ritorno a scuola dopo questo lungo periodo di emergenza sanitaria.
La nostra scuola da mesi si è impegnata nel cercare di rendere questo momento il più sicuro possibile. In sintonia con le indicazioni ministeriali, da mesi in tutti i plessi dell’Istituto “E.Fermi” sono stati eseguiti lavori di adeguamento in sinergia con la Provincia, sono stati predisposti i layout delle classi che tengono conto del distanziamento di un metro tra le “rime buccali”, le entrate e le uscite per gruppi, le modalità di svolgimento delle lezioni e della ricreazione in sicurezza.
Le condizioni attuali per un regolare avvio dell’anno scolastico, previsto per lunedì 14 settembre, in presenza, ci impongono da subito, di fissare una serie di norme e di attenerci a comportamenti responsabili e consapevoli. Le famiglie e gli studenti sono chiamati, pertanto, alla massima collaborazione.
Le studentesse e gli studenti devono monitorare con attenzione il proprio stato di salute in tutti i momenti della giornata e in tutti gli ambiti della propria vita personale e sociale, dal tragitto casa-scuola e ritorno, al tempo di permanenza a scuola e nel proprio tempo libero. La scuola dispone di termometri e, in qualsiasi momento, potrà farne uso per monitorare le situazioni dubbie.
Le famiglie delle alunne e degli alunni sono chiamate alla massima collaborazione nel monitoraggio dello stato di salute di tutti i loro componenti, nel rispetto delle norme vigenti, e quindi chiamate all’adozione di comportamenti personali e sociali responsabili che contribuiscano a mitigare i rischi di contagio, ponendo in secondo piano le pur giustificabili esigenze di ciascun nucleo familiare.
In particolare, gli studenti sono chiamati ad esercitare il proprio senso di responsabilità anche con l’aiuto dei docenti, partecipando allo sforzo della comunità scolastica di prevenire e contrastare la diffusione del virus.
A tal fine si riportano le principali norme comportamentali:

Comportamento dello studente prima di recarsi a scuola

Lo studente ha l’obbligo di rimanere al suo domicilio in presenza di febbre (oltre 37.5 °C) o di altri sintomi influenzali e di chiamare il suo Medico di Medicina Generale e/o il Distretto sanitario territorialmente competente, nonché di segnalare la situazione critica al Dirigente Scolastico.
Per lo studente è fatto divieto di fare ingresso o di poter permanere nei locali scolastici laddove, anche successivamente all’ingresso, sussistano le condizioni di pericolo (sintomi simil-influenzali, temperatura oltre 37.5°, provenienza da zone a rischio o contatto con persone positive al virus nei 14 giorni precedenti, etc.) stabilite dalle Autorità sanitarie competenti.
Gli studenti maggiorenni e i genitori dei minori dovranno provvedere, prima di recarsi a scuola, alla misurazione della febbre. La misura della temperatura va comunque fatta autonomamente prima di partire dalla propria abitazione.

 Modalità di entrata e uscita degli studenti

Gli studenti, in considerazione della necessità di assicurare il distanziamento di un metro e in considerazione del numero dei frequentanti i tre diversi plessi, dovranno seguire i percorsi modulari di accesso e uscita che verranno segnalati all’esterno e all’interno della scuola e spiegati il primo giorno.
Gli studenti devono entrare indossando la mascherina, qualora ne siano sprovvisti, questa verrà fornita prima dell’ingresso dall’Istituto.
L’accesso ai plessi verrà consentito a partire da 10 minuti prima del suono della campanella. Gli studenti dovranno immediatamente dirigersi nella propria aula e prendere posto al banco senza stazionare in altri locali dell’Istituto. Potranno abbassare la mascherina nel corso delle lezioni se sono al proprio banco e in situazione statica, per qualsiasi altro spostamento o in situazione dinamica dovranno indossare la mascherina.
Le entrate verranno sorvegliate dai collaboratori scolastici a cui, al fine di evitare spostamenti da parte degli studenti, dovranno essere consegnati, per eventuali uscite fuori orario, i libretti che verranno raccolti per l’autorizzazione da parte dei Responsabili di sede e riconsegnati in classe dagli stessi collaboratori una volta firmati.

Regole da rispettare durante l’attività scolastica

Durante le normali attività in aula, gli studenti devono:
 Indossare la mascherina chirurgica, salvo casi particolari e salvo in situazioni statiche con distanziamento di almeno 1 metro e quando diversamente previsto dalla valutazione dei rischi
 non modificare la disposizione dei banchi all’interno delle aule didattiche;
 provvedere al lavaggio e disinfezione frequente delle mani;
 mantenere la posizione assegnata in aula; qualora sia necessario, lo spostamento individuale (es. uscita ai bagni) dovrà essere effettuato con mascherina indossata e avendo cura di mantenere il più possibile il distanziamento di un metro. Nel caso di spostamento dell’intera classe per raggiungere laboratori, Palestra ecc., sempre con mascherina indossata, gli studenti dovranno uscire ordinatamente partendo dallo studente più vicino alla porta seguendo l’insegnante e il percorso prestabilito. Stessa procedura di uscita al termine delle lezioni cominciando dall’aula più distante dalla porta di accesso.
 Non scambiarsi libri e altri strumenti didattici.
 Evitare di lasciare a scuola oggetti personali per facilitare le operazioni di pulizia e disinfezione degli ambienti. Per gli Istituti professionali, disporre gli oggetti personali (es. camici) negli armadietti assegnati nominalmente. Gli oggetti personali, soprattutto se di tessuto, dovranno essere lavati frequentemente.
 Al termine delle lezioni, lasciare sgombri i sotto banchi per facilitare le operazioni di pulizia e disinfezione.

Attività di Educazione Fisica e uso Palestra:
L’attività di Educazione Fisica, compatibilmente con le variabili strutturali, di sicurezza e meteorologiche, verrà svolta all’aperto, valorizzando lo spazio esterno come occasione alternativa di apprendimento (es. passeggiate per conoscere il territorio).
Le attività svolte in Palestra dovranno essere effettuate assicurando un distanziamento di almeno due metri.
Nel primo periodo e, successivamente in relazione all’evoluzione epidemica, verranno svolte attività sportive fisiche individuali che permettano il distanziamento fisico e non giochi di squadra e sport di gruppo.
Ricreazione:
La ricreazione, come regola generale, verrà effettuata all’esterno. I docenti assistenti dovranno far rispettare l’obbligo di indossare la mascherina e il distanziamento e mantenere la separazione tra i gruppi classe.
Per evitare assembramenti verrà predisposto un calendario strutturato in modo tale che non tutte le classi siano contemporaneamente “in ricreazione”

Lavaggio e disinfezione delle mani

Gli studenti devono lavarsi le mani più volte al giorno, utilizzando normali detergenti (saponi) e le soluzioni disinfettanti (a base alcolica, con concentrazione di alcol di almeno del 60%) che vengono messe a disposizione dall’Istituto.
E’ obbligatorio lavarsi e disinfettarsi le mani prima di consumare pasti o spuntini, prima di accedere ai servizi igienici e prima di utilizzare strumenti o attrezzature di uso promiscuo.
Si richiama l’importanza del manifesto del Ministero della Salute della cartellonistica esposta in particolare nei bagni che forniscono indicazioni sulle corrette modalità di lavaggio e disinfezione delle mani.

Mascherine

E’ vietato l’uso promiscuo di mascherine e guanti, nonché il loro riutilizzo se dismesse il giorno precedente;
Mascherine dismesse vanno smaltite secondo le modalità previste dall’ISS.
E’ obbligatorio l’uso della mascherina di propria dotazione, chirurgica o “di comunità” in tutte le situazioni dinamiche all’interno dell’edificio scolastico;
E’ possibile abbassare la mascherina in tutte le situazioni statiche in cui è possibile garantire il distanziamento di almeno 1 metro tra le persone;
La mascherina non è obbligatoria per allievi con forme di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina;
E’ obbligatorio l’uso della mascherina chirurgica fornita dalla scuola durante le attività didattiche in cui gli studenti sono equiparati a lavoratori (PCTO);
E’ fatto divieto di usare mascherine tipo FFP2 e FFP3 con valvola;
La mascherina chirurgica va utilizzata anche nelle attività laboratoriali per le quali la valutazione dei rischi individua la necessità di indossare appositi Dispositivi Protezione Individuali (Es occhiali o mascherine antipolvere nel Laboratorio di Falegnameria).

Modalità di accesso dei visitatori

L’accesso all’Istituto da parte di visitatori è ammesso solo per inderogabili ragioni e di stretta necessità ed è comunque contingentato previo appuntamento. E’ preferibile evitare l’accesso a scuola sostituendolo con altre forme di comunicazione in particolare e_mail.
Almeno per la prima parte dell’anno, i colloqui con i genitori non potranno svolgersi in presenza. La modalità di colloquio, subordinata ad accordi individuali o ad una pianificazione predisposta dai Responsabili di sede, sarà in videoconferenza tramite meet di G_Suite.
Saranno emanate ulteriori circolari e deliberati appositi regolamenti nelle prossime settimane, al fine di garantire un sereno e sicuro avvio delle attività didattiche.

Confidando nella fattiva collaborazione di tutte le componenti della comunità scolastica, invio cordiali saluti con l’augurio di un proficuo anno scolastico.

                                  F.to Il Dirigente scolastico
                                               Mara De Lotto

 

Separatore

indietro